Matirè e Albori: i nostri bianchi autoctoni

 Nelle Langhe stiamo assistendo ad un vero e proprio rinascimento dei vitigni autoctoni a bacca bianca, i nostri preferiti? Ve li raccontiamo in questo post!

Se esistesse un film sui trend del vino in estate si potrebbe tranquillamente intitolare “L’Estate: la rivincita del bianco”. Tra i tavoli di bar, ristoranti e cene tra amici la glacette regna sovrana ma resta un dilemma: cosa mettere in fresco?

Da bravi piemontesi la nostra scelta andrebbe prevalentemente sui nostri bianchi autoctoni ed in particolare su arneis e nascetta, due vitigni che grazie alla lungimiranza dei produttori stanno vivendo un momento particolarmente felice dando vita a vini estremamente interessanti.

Arneis

Originario del Roero questo vitigno ha trovato terreno “fertile” anche nelle nostre amate Langhe da cui otteniamo l’omonima DOC, Langhe Arneis.

Nel bicchiere il Langhe Arneis si presenta con un colore giallo paglierino con riflessi verdognoli. Il suo profumo è intenso e delicato al tempo stesso: un connubio di intensi profumi fruttati che vanno dagli agrumi, alla mela verde, alla pesca bianca e di soavi note floreali di camomilla e acacia tenute assieme da una vibrante nota minerale che ne rivela il forte legame con il territorio. Fresco, sapido e persistente così è il nostro Langhe Arneis Matirè da anni cintura nera di glacette.

PERCHÉ MATIRÈ?

Matirè deriva dall’unione dei nomi Matilde e Irene, le figlie gemelle di Alessandro Rivetto a cui è dedicato questo vino che ne rispecchia la vivacità.

Nascetta

La nascetta è un’uva autoctona semiaromatica molto particolare ed identificativa del nostro territorio. É il vitigno che potremmo definire del cambiamento, ogni variabile, dalla vigna alla vinificazione, può incidere sul risultato finale. Il vino che se ne ottiene ha una struttura ed un’intensità aromatica che gli permette, assieme al Timorasso, di essere uno dei pochi vini bianchi piemontesi noti per la capacità di invecchiamento: un vero e proprio bianco da barolista!

Il nostro Langhe Nascetta Albori ha un bel colore paglierino brillante, la vinificazione in acciaio ne esalta il bouquet dalle note di fiori bianchi e iris, salvia, timo, agrumi e frutta matura che si confermano al palato sostenuti una struttura importante resa ancora più piacevole dai sentori sapidi e minerali che la percorrono.

Il Langhe Nascetta Albori fa parte della nostra nuova linea in bottiglia Albeisa dedicata ai vini più rappresentativi del nostro territorio. Prodotto in sole 2000 bottiglie questa etichetta è figlia di un’annata particolarmente fortunata, la 2015.